Scroll to top
Adress
Via dei Lombardi, 5
40069 Zola Predosa, BO
Phone
+39 051 6168711

Marzocchi nel parterre di VRM

Marzocchi torna ad essere italiana grazie a VRM SPA

Un altro marchio di tradizione del Made in Italy che torna in mani italiane. La multinazionale statunitense Tenneco ha ceduto l’azienda Marzocchi a VRM SPA consentendo a un brand radicato nella Storia della Motor Valley Emiliana un rilancio che fino a un anno fa sembrava impossibile. Ma c’è di più: la produzione resterà a Bologna e mantenuti anche i dipendenti.

VRM SPA, nata nel 2004, si è imposta rapidamente nel panorama dell’automotive. “Per una volta è un’azienda italiana che compra da una multinazionale americana! Si tratta di una acquisizione strategica – dice il presidente di VRM, Florenzo Vanzetto – non solo per l’importanza del brand Marzocchi ma anche per la diversificazione e il completamento della nostra gamma di prodotti. È una sfida ambiziosa. Ma crediamo nel forte apprezzamento del prodotto italiano anche se i principali competitor sono oggi grandi multinazionali che producono nei Paesi low cost. Adesso auspico che anche i principali clienti supportino VRM in questa operazione”.

Marzocchi, un futuro improntato su innovazione e ricerca

La scommessa adesso si gioca su qualità, innovazione, ricerca e sviluppo come strategia di sviluppo su un mercato globale dove la competizione si gioca sempre più spesso sul prezzo. Il passaggio di mano riguarda anche la manodopera di Marzocchi, circa una settantina di lavoratori che saranno assunti da VRM, dove saranno trasferite tutte le attività produttive.

Si chiude così una lunga fase di incertezza sul destino di un’azienda, specializzata nella produzione di forcelle e ammortizzatori per moto, che per oltre 60 anni ha operato con big del calibro di Piaggio, BMW, Harley Davidson, Ducati.

VRM SPA può contare su una superficie produttiva di 20mila metri quadrati, tra lo stabilimento di Zola Predosa e quello di Ubersetto, in provincia di Modena. Tra i principali clienti, Ferrari, Ducati, Agusta, Bmw, Ghial, Rossi.

This page is also available in: English