Scroll to top
Adress
Via dei Lombardi, 5
40069 Zola Predosa, BO
Phone
+39 051 6168711

Metalplus: VRM SPA sfila sul tappeto rosso

VRM SPA acquisisce Metalplus e Top Finish 2002

After the acquisition of Marzocchi Motor from the American Tenneco in 2015 and of RCM from Fonderie Officine Meccaniche Tacconi in 2019, VRM SPA, through the subsidiary Luxury Metal Finish, acquires now the majority of Metalplus, headquartered in the Florence Fashion District, through the parent company Top Finish 2002, active in the production and the supply of metal fitting for highest range of fashion industry.

Dopo l’acquisizione di Marzocchi Motor dall’americana Tenneco nel 2015 e di RCM dalla Fonderie Officine Meccaniche Tacconi nel 2019, VRM SPA, attraverso la controllata Luxury Metal Finish, acquisisce ora la maggior parte di Metalplus, con sede nel Florence Fashion District, attraverso la capogruppo Top Finish 2002, attivo nella produzione e nella fornitura di accessori in metallo per la più alta gamma di industria della moda.

Questa prestigiosa acquisizione per VRM SPA rappresenta un altro passo nella strategia di sviluppo e diversificazione del nostro business

Florenzo Vanzetto, AD of VRM SPA

Una collaborazione che punta al mercato del lusso

Metalplus e le sue società saranno dirette da un consiglio di amministrazione composto da Florenzo Vanzetto (Presidente e CEO), Roberto Crolli (Vicepresidente e CEO) e Tiziano Pacetti (Amministratore e CFO).

“La nuova dimensione raggiunta consentirà al Gruppo VRM SPA di consolidare un fatturato annuo di oltre 140 milioni di Euro con 900 dipendenti. Le sinergie tra le due realtà industriali, con il supporto della cultura produttiva e dell’atteggiamento logistico del mondo automobilistico, e con la precisione e la finitura di alta qualità della moda, creano una realtà industriale che può offrire ai propri clienti livelli di professionalità e affidabilità non impareggiabili”.

“L’intera organizzazione e struttura di Metalplus continueranno a rimanere nel Florence Fashion District, al fine di sfruttare tutti i vantaggi correlati. VRM contribuirà con l’aggiunta di competenze legate alla crescita aziendale insieme al personale esistente.”

“Pertanto VRM Group rappresenta una nuova realtà italiana presente in diversi settori di attività, tutti orientati a una trasmissione internazionale di componenti in metallo per clienti premium con prodotti di alta qualità e lusso“, ha dichiarato Florenzo Vanzetto, CEO di VRM e fondatore di questo nuovo modello di business.

“Dalla fondazione dell’azienda, nel 1970, e grazie alla continua crescita che ci ha portato a una posizione consolidata di leadership nel mercato con 60 milioni di ricavi, Metalplus ha bisogno oggi di nuovi livelli di organizzazione e professionalità: questa partnership è la risposta a questa richiesta. Anche se questo mercato è oggetto di interesse da parte di fondi di investimento il cui focus è spesso orientato strettamente al finanziamento, è stato mio desiderio specifico trovare un partner industriale evoluto con cui condividere l’obiettivo di sviluppo per il futuro: sostenibilità, ricerca su nuovi materiali, ottimizzazione della catena di approvvigionamento e l’introduzione di nuovi processi industriali, già esistenti nella catena di produzione automobilistica di VRM. Questi miglioramenti ci consentiranno di sviluppare gli affari in un continuo percorso di crescita e di continuare in linea con la nostra tradizione con mio figlio Fabio, già presente nell’organizzazione da alcuni anni”, afferma Roberto Crolli, CEO di Metalplus e Top Finish.

Sviluppo e innovazione grazie a un distretto aziendale

“Anche questo commercio ha avuto origine dalla tradizione toscana di” arts et métiers “, lo standard di progresso” piccolo va bene “è obsoleto e sta diventando cruciale lavorare con la rete di imprese o moduli di integrazione che consentono all’azienda di mantenere le sue competenze specifiche e indipendenza, e trarre vantaggio dallo sviluppo di sinergie da altri settori evoluti. Incubiamo questa connessione tra le industrie dei componenti metallici da circa due anni. Oggi questo lungo processo, che ha coinvolto diversi consulenti, è terminato e voglio dire grazie a: PWC per la due diligence finanziaria e contabile e il suo supporto nella progettazione della strategia industriale, lo studio legale Gianni Origoni e Grippo Capelli & Partners, il lo studio legale Bonetti di Bologna per la consulenza contrattuale e lo Studio Bonacchi Dottori Commercialisti di Pistoia come consulente finanziario”.

“Alla fine voglio evidenziare il sostegno che abbiamo ricevuto da tre istituti di credito: Banco BPM, Unicredit e Deutsche Bank – che fin dall’inizio sono stati considerati nel nostro progetto industriale e hanno contribuito all’intero completamento del progetto”, conclude Vanzetto.

This page is also available in: English